Azienda Agricola Demetrio Calveri – La tradizione del Bergamotto dal 1744

La storia dell’Azienda Agricola Demetrio Calveri ha inizio nel lontano 1744, quando Rosario Calveri, un medico siciliano di passaggio in Calabria…… ebbe modo di testare casualmente le già note proprietà antivirali del bergamotto. Reggio Calabria in quegli anni era colpita dalla peste, ma Calveri notò che “gli spiritari” , ovvero coloro che lavoravano il frutto del bergamotto estraendone l’essenza, non si ammalavano. La lavorazione prevedeva la raccolta del frutto che poi veniva sbucciato; la buccia era passata su una spugna naturale dagli operai mentre i padroni controllavano meticolosamente il lavoro dei loro “spiritari”, passando accanto alla buccia spremuta la fiammella di una candela. Se quest’ultima originava una fiamma, significava che ancora vi era essenza e il lavoro non era stato fatto bene; in ogni caso, le cronache dell’epoca raccontano che effettivamente nessuno dei soggetti impiegati nella lavorazione del bergamotto si ammalò! Evidentemente il contatto col frutto e con la sua essenza aveva capacità immunitarie. Calveri decise allora di acquistare circa 5 ha di terreno nel territorio reggino per coltivare il bergamotto e venderne l’essenza preservando i nobili dell’epoca dal contaggio della malattia; c ol tempo però, la richiesta dell’essenza per uso terapeutico, fu soppiantata dal suo impiego nell’industria profumiera, conquistata dall’inebriante odore delle note di testa di questo frutto esclusivo. Oggi come nel 1700 i discendenti di Rosario Calveri trattano il prezioso agrume come faceva il loro antenato. Tutte le fasi della lavorazione del frutto sono intrise di storia e tradizione; la raccolta avviene a mani nude (solo durante le ore del tramonto) e i cestini di vengono ancora ricoperti di panno per evitare traumi al frutto e non mandare persa neanche un po’ della preziosa essenza (basti pensare che la produzione di un litro di prodotto, è necessario lavorare circa due quintali di bergamotto).Nella nostra essenza, si respira ancora la magia e la tradizione di una volta.